Cassazione: sentenza su altezza e distanza tra costruzioni

sentenzaCon la Sentenza n. 1073 del 16.1.2009 la Corte di Cassazione ha fornito un chiarimento sulle distanze tra le costruzioni e altezza degli edifici, con particolare riguardo ai rispettivi regimi di tutela del danno.

In base a come si è espressa la Corte, sono da ritenere integrative delle norme del codice civile solo le disposizioni relative alla determinazione della distanza tra fabbricati in rapporto all’altezza e che regolino con qualsiasi criterio o modalità, la misura dello spazio che deve essere osservato tra le costruzioni.

Quindi, nell’ambito delle norme dei regolamenti locali edilizi, hanno carattere integrativo delle disposizioni dettate nelle materie disciplinate dagli art. 873 e ss. c.c. quelle dirette a completare, rafforzare, armonizzare con il pubblico interesse di un ordinato assetto urbanistico la disciplina dei rapporti intersoggettivi di vicinato. Se violate, sussiste in favore del danneggiato il diritto alla riduzione in pristino.

Non rivestendo invece tale carattere le norme che hanno come scopo principale la tutela di interessi generali urbanistici, quali la limitazione del volume, dell’altezza e della densità degli edifici, le esigenze dell’igiene, della viabilità, la conservazione dell’ambiente ed altro, la tutela accordata rimane limitata al risarcimento del danno eventualmente subito.

Fonte Legislazione Tecnica

Add a comment

You must be logged in to comment.

E.D.M. Editoriali S.r.l. Via Bellarmino, 2320141 Milano

Tel. 02 36522641 Fax 02 36522812 info@progettogas.it - P.I. 03223590963 Reg. Imp. Milano n 237772/2001

Seguici su: Twitter | Youtube | Facebook

Directory powered by Business Directory Plugin